Ucraina: Apparente attacco russo con munizioni a grappolo, afferma HRW

Notizia

CasaCasa / Notizia / Ucraina: Apparente attacco russo con munizioni a grappolo, afferma HRW

Nov 29, 2023

Ucraina: Apparente attacco russo con munizioni a grappolo, afferma HRW

Di Eurasia Review Nove civili sono stati uccisi e più di una dozzina feriti in un apparente attacco russo con munizioni a grappolo l'8 luglio 2023, in un quartiere residenziale della città ucraina di Lyman,

A cura di Eurasia Review

Nove civili sono stati uccisi e più di una dozzina feriti in un apparente attacco russo con munizioni a grappolo l'8 luglio 2023, in un quartiere residenziale della città ucraina di Lyman, ha detto venerdì Human Rights Watch.

L’uso ripetuto di munizioni a grappolo da parte della Russia dall’inizio dell’invasione su vasta scala dell’Ucraina nel febbraio 2022 ha ucciso e ferito civili, danneggiato oggetti civili e contaminato terreni agricoli. Le munizioni a grappolo sono proibite a causa della loro natura indiscriminata e del pericolo a lungo termine che rappresentano per i civili. L'attacco a Lyman dovrebbe essere indagato come possibile crimine di guerra.

"Nonostante la Russia abbia affermato nelle ultime settimane di non aver mai utilizzato munizioni a grappolo in Ucraina, l'elenco degli attacchi mortali russi con munizioni a grappolo è lungo", ha affermato Ida Sawyer, direttrice delle crisi e dei conflitti di Human Rights Watch. “Questo attacco, se confermato, dimostra ancora una volta il disprezzo dell’esercito russo per i civili e le restrizioni legali internazionali alla guerra, così come la natura mortale e indiscriminata di queste armi”.

Intorno alle 9:55 dell'8 luglio, esplosioni hanno colpito una zona residenziale nel centro di Lyman, nella regione di Donetska, 15 chilometri a ovest del territorio occupato dai russi. Tre testimoni, tra cui due medici, nonché informazioni pubblicate online dalle autorità ucraine, hanno indicato che almeno nove civili sono morti durante l'attacco e più di una dozzina di altri sono rimasti feriti, di età compresa tra i 30 ei 70 anni. Human Rights Watch ha stabilito che l'attacco è stato effettuato con un razzo con munizione a grappolo Smerch della serie 9M55K contenente 72 sottomunizioni a frammentazione 9N235.

Human Rights Watch ha intervistato telefonicamente cinque persone, tra cui una persona arrivata sulla scena pochi minuti dopo l'attacco, un esperto di ordigni esplosivi che ha analizzato i resti delle munizioni, medici civili e militari che hanno risposto all'attacco e un residente di Lyman con conoscenza di il quartiere colpito. I ricercatori hanno anche analizzato e verificato 32 foto e video pubblicati online e scattati durante e dopo l'attacco, immagini satellitari di Lyman e delle aree circostanti, diagrammi, foto dei resti di munizioni a grappolo dell'attacco fornite dalle autorità ucraine e altre informazioni ufficiali sull'attacco. .

L'attacco è avvenuto all'incrocio tra le vie Nezalezhnosti e Dubonosa, dove circa 20 residenti del quartiere densamente edificato si erano riuniti per scambiare latticini e prodotti freschi dei loro orti, come facevano quasi tutte le mattine, hanno detto due persone intervistate. Sembra che tra le vittime vi fossero persone che compravano e vendevano oggetti e pedoni nelle vicinanze.

"Ho visto sei persone morte, sia uomini che donne", ha detto un testimone. “Abbiamo messo 13 feriti in ambulanze e li abbiamo trasferiti in ospedale. C’erano ferite alle gambe, allo stomaco, alla testa e alle mani”. Una donna con un grave trauma cranico è morta durante il viaggio verso l'ospedale, ha detto un medico. Secondo quanto riferito, due delle altre persone ferite sarebbero morte il giorno successivo. Il direttore di un ospedale di Lyman ha detto che 19 civili sono rimasti feriti nell'attacco, compresi alcuni che hanno cercato cure nei giorni successivi.

Il giorno dell'attacco, il procuratore regionale per i crimini di guerra ha annunciato la morte di 7 civili, di età compresa tra 52 e 71 anni. Il giorno successivo, la polizia nazionale ha riferito che il numero dei civili morti era salito a nove.

Human Rights Watch ha ricevuto informazioni secondo cui nell'attacco sono rimasti feriti anche tra i 10 ei 20 militari ucraini. Human Rights Watch non è stata in grado di determinare il numero esatto del personale militare che si trovava nella zona al momento dell'attacco, il motivo per cui si trovavano lì o il numero esatto delle vittime militari.

Le persone con le ferite più gravi sono state trasferite dal personale medico militare negli ospedali delle città di Kramatorsk e Sloviansk, rispettivamente a 20 e 30 chilometri da Lyman. Il capo dell'ospedale di Lyman ha detto di aver visto lesioni da frammentazione, fratture ossee e ferite alla testa. "C'erano forature e lacerazioni, ferite chiuse, aperte e tangenziali", ha detto un altro medico. “Le ferite erano sugli arti, sulla testa, ovunque. La persona più giovane che abbiamo assistito era una donna con un danno craniocerebrale esposto. È morta mentre si recava in un ospedale in un'altra città. Aveva tra i 35 e i 37 anni”.